menu

zanzara icon

Disinfestazione Zanzara Tigre

Aedes Albopictus

zanzara tigre

Appartenente all'ordine dei ditteri, genere Aedes e specie albopictus, la Zanzara Tigre, arrivata in Italia piu' di un decennio fa dal Sudest asiatico, e' ormai ben adattata ai nostri ambienti.

E' quindi a tutti gli effetti una zanzara italianizzata.

Dal punto di vista dell'aspetto, Aedes si distingue molto bene dalla zanzara comune per la livrea "tigrata". L'adulto di Zanzara Tigre, infatti, ha un corpo nero con striature bianche su capo, torace addome e zampe. Le sue dimensioni sono comprese tra i 4 e i 10 mm.

Grazie a raffinati meccanismi bio-fisiologici, le uova di Zanzara Tigre possono sopravvivere in forma quiescente anche durante il freddo invernale e i periodi di siccitá. Una umiditá del 60-70% e temperature di 25°C sono sufficienti a far sopravvivere circa un quarto delle uova deposte per 4 mesi.

Addirittura, le uova si sono dimostrate capaci di sopravvivere a -10°C per 24 ore!

Basta pero' che le uova siano sommerse anche in una minima quantitá d'acqua per un'ora, a temperature miti, per schiudersi.

Se l'immersione si prolunga per almeno 7 giorni, il ciclo adulto della zanzara riparte.

Compare in primavera inoltrata ed il suo volo si protrae fino ai mesi di ottobre o novembre. Tendenzialmente i suoi spostamenti attivi sono nell'ordine di 200-300 metri.

Particolarmente aggressiva, la Zanzara Tigre e' attiva anche in pieno giorno.

Nonostante possa pungere anche uccelli, rettili e perfino anfibi, la femmina di Ae. albopictus attacca preferibilmente l'uomo procurando pomfi e irritazioni fastidiose. Dato che non vola molto in alto, tende a pungere soprattutto le gambe degli esseri umani.